Carissime, carissimi,

ultimo aggiornamento della consiliatura per “Cosa succede in città”. Per l’occasione ho aggiunto alcuni tra voi che non avevano ricevuto i precedenti (li trovate, assieme a qualche altra info sulla mia attività da consigliere comunale, su medium.com/@matteomassa).

Prima di rendicontarvi l’attività svolta dall’ultima mail (dicembre 2018) vi comunico che, a seguito dei confronti avuti in queste settimane, sarò ricandidato al consiglio comunale.
A tutte e tutti voi un ringraziamento per il sostegno, per i consigli, per le critiche costruttive.

E’ stata un’esperienza importante, faticosa e impegnativa e bellissima, che spero di essere riuscito a rendere almeno un po’ collettiva. Ogni vostro contributo in questi anni è stato uno stimolo per mettere ancora maggiore impegno e per lavorare con costanza al bene di Cagliari.

Ho provato a fare del mio meglio, e mi rimetto al vostro giudizio (sentiamoci per incontrarci e parlare ancora di cose fatte, di cose da migliorare, di cose da fare). Se vorrete essere coinvolti e darmi una mano elettorale, scrivetemi o state certi che vi scriverò io 🙂

Si voterà a giugno, e la coalizione dibatte in questi in questi giorni sulla scelta della candidatura a Sindaco. Io spero nelle primarie e nel coinvolgimento delle persone, e credo che la figura che meglio può rappresentare le idee e i progetti che abbiamo sia Francesca Ghirra (www.vistanet.it/cagliari/2019/03/18/comunali-campo-progressista-lancia-la-candidatura-di-francesca-ghirra-per-il-dopo-zedda).

Ma torniamo all’attività in consiglio comunale. Vista l’imminente campagna elettorale, ho pensato di fare una sintesi, anche per me stesso, delle questioni che ho affrontato in questa avventura (mi soffermerò poi sugli ultimi mesi):

– ex Ospedale Marino;

– investimenti su Is Mirrionis

– diritto allo studio e Case dello Studente

– commercio e Centri Commerciali Naturali

– estensione delle aree pedonali nel centro storico

– movida e occupazione del suolo pubblico

– riqualificazione di Sant’Avendrace

– turismo camperistico

– canile comunale e benessere animale

– fondi regionali per la riqualificazione della Villa Laura sul viale Sant’Avendrace

– contributi alla cultura

– riqualificazione di alcune piazze del quartiere San Michele (piazza San Michele, piazza Seui)

– salvaguardia dell’uliveto storico alle pendici del colle San Michele

– trasporto pubblico (costo abbonamento studenti, corse notturne, ripristino linea 29)

– fondi per la piazza nell’area ex cantiere Cocco in viale Sant’Avendrace

– struttura di viale Sant’Ignazio e futuro del centro di solidarietà

– mantenimento di un presidio sanitario al servizio dei quartieri storici al San Giovanni di Dio

– contrasto al gioco d’azzardo e nuovo regolamento comunale

Su questi temi troverete qualche dettaglio sul mio blog, insieme ad altri interventi su questioni quali l’accoglienza e l’uguaglianza, il contrasto al decreto “Insicurezza”, la difesa dei lavoratori Aias (preoccupano su questo i primi atti della Giunta Solinas) e altri impegni tra le diverse zone, come ad esempio il borgo di Giorgino, e le diverse problematiche della città.

Negli ultimi mesi di consiliatura uno dei temi centrali della mia attività è stato quello ambientale.

Tra le piccole cose, che mi sembrano però importanti perché in linea con la nostra cultura politica e con la candidatura di Cagliari a Capitale Europea della Sostenibilità 2021 (http://ec.europa.eu/environment/europeangreencapital/applying-for-the-award/2021-competition/), con un mio sub-emendamento in aula il consiglio comunale ha introdotto la sostenibilità ecologica tra i criteri di valutazione previsti dal regolamento per la concessione di contributi per la promozione, lo sviluppo economico e la valorizzazione turistica e commerciale del territorio comunale. Ciò significa stimolare i nostri settori produttivi verso la riduzione della produzione dei rifiuti (ecostoviglie, acqua di rete, ecc.), la riduzione dei consumi energetici e la riduzione degli impatti dei trasporti.

Sempre sul tema dell’ambiente ho ottenuto, dopo averne seguito le vicende per oltre un anno, l’ordinanza di bonifica del terreno privato tra via Sarrabus e via delle Langhe, nel quartiere San Michele, che ospita una discarica abusiva. Spero presto gli abitanti del rione possano godere del diritto a un ambiente sano e decoroso, finora negato (www.youtg.net/v3/component/content/article?id=13930:discarica-a-san-michele-altola-del-comune-di-cagliari-subito-la-bonifica&Itemid=417)

A seguire, come ultimo atto ho depositato un ordine del giorno su Cagliari plastic free, che vuole segnare un impegno a intensificare e migliorare le azioni di contrasto all’utilizzo delle plastiche monouso.

Proponiamo il futuro Sindaco promuova un protocollo d’intesa per l’avvio di un progetto che coinvolga e incentivi attraverso un contributo economico i pescatori che raccolgono i rifiuti finiti nelle loro reti e contribuiscono a liberare l’ambiente marino dalle plastiche.

Condividiamo quanto proposto da diverse associazioni ambientaliste in merito al divieto di utilizzo di stoviglie e contenitori in plastica monouso nelle spiagge e vogliamo promuovere intese con il mondo del commercio per favorire l’utilizzo di materiali compostabili e biodegradabili.

Ci confronteremo, con le forze politiche che saranno presenti nel prossimo Consiglio Comunale, in merito all’eliminazione della plastica monouso dagli uffici pubblici e dagli eventi organizzati dall’amministrazione, e sugli appalti “green” che prevedano l’eliminazione della plastica non biodegradabile monouso tra i criteri di valutazione delle offerte.

Ho inoltrato cominciato a affrontare, nella commissione competente “Attività Produttive e Turismo”, la modifica del regolamento per l’esercizio delle attività di spettacolo viaggiante e per la concessione di aree pubbliche finalizzate all’installazione di circhi e altre attrazioni dello spettacolo viaggiante. L’obbiettivo è stato da subito quello di vietare in città i circhi con gli animali (a partire da quelli individuati dal regolamento CITES 2006: primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe, rapaci). La discussione riprenderà nella prossima consiliatura con il nuovo consiglio comunale.

Sul fronte della partecipazione e delle politiche giovanili, sono riuscito a inserire nel regolamento sugli istituti di partecipazione poi approvato dal consiglio comunale, gli albi tematici (che includono sia associazioni che mondo produttivo). Nel testo, anche se solo a titolo di esempio, viene riconosciuta per la prima volta in un regolamento del Comune la categoria associativa “gioventù e animazione socio-educativa per i giovani”. Una realtà che raccoglie professionalità e organizzazioni che costruiscono partecipazione democratica e creano ponti culturali, lavorativi e economici tra la nostra città e il resto dell’Europa e del mondo, fornendo occasioni di formazione, crescita e conoscenza ai nostri giovani.

E’ stata inoltre approvata la mia mozione sulla prevenzione delle aritmie pericolose nei giovani.

Le questioni trattate in consiglio comunale sono state molte e più di quelle che vi ho raccontato, in questa e nelle precedenti mail, ma per non farla nulla mi fermerei qui a quelle che più mi hanno coinvolto e agli obiettivi che abbiamo raggiunto.

Vi ringrazio ancora per l’attenzione, per quanto abbiamo fatto insieme e per quanto vorrete fare. Un ringraziamento a colleghe e colleghi e in particolare a quelli del gruppo consiliare che ho presieduto, “Progressisti Sardi”, Alessio Alias e Anna Puddu di Campo Progressista Sardegna e Andrea Dettori: tutto quanto ho raccontato non sarebbe stato possibile senza di loro, e dovrei scrivere ancora troppo se vi raccontassi anche del loro instancabile e proficuo impegno.

Un abbraccio,
Matteo Massa
(3477243591)

Categorie: Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *