Cosa succede in città #9

Carissime, carissimi,
a distanza di qualche mese e prima della pausa, che in Consiglio Comunale inizierà oggi e terminerà il 7 di gennaio, vi invio la newsletter con le ultime notizie sulle attività svolte in Consiglio Comunale e sulle azioni dell’amministrazione.
E vi auguro buone e serene feste!

Vi ricordo che potete seguire anche la mia pagina Facebook (www.facebook.com/matteomassa.Cagliari) e i miei account Twitter (https://twitter.com/MatteoMassa85) e Google+ (https://plus.google.com/+MatteoMassa) per aggiornamenti quasi quotidiani.
Vi invito a scrivermi o contattarmi per domande, dubbi, disaccordi, riflessioni, e soprattutto vostre proposte per la città. Al ritorno dalla pausa vorrei fare un incontro con voi — scrivetemi — sulle regionali e la battaglia da fare insieme per dare alla Sardegna un governo all’altezza delle sfide contemporanee partendo dal “modello Cagliari”.

In questi mesi abbiamo organizzato come Campo Progressista Sardegna e circolo Sergio Atzeni sette iniziative per raccontare il lavoro di sette diversi assessorati comunali, con la presenza di persone rappresentative di diversi settori che ci hanno fornito spunti, riflessioni e proposte. Quanto emerso è un diffuso apprezzamento delle modalità di governo della città, improntato sulla serietà e sulla praticità costruita intorno ai bisogni reali dei cittadini.

Ma passo subito a raccontarvi quanto fatto dal punto di vista personale e collettivo nel consiglio comunale.

A settembre ci siamo occupati della questione relativa al trasloco del centro di solidarietà di viale Fra Ignazio per lavori di manutenzione. Alcune scelte assessoriali e dirigenziali rischiavano di essere insufficienti rispetto alla doverosa centralità che meritavano i percorsi personali degli ospiti. L’interesse mostrato su questo tema ha aiutato a superare le difficoltà, che la nuova dirigente assieme al nuovo assessore stanno affrontando con la giusta attenzione.

Successivamente abbiamo affrontato la questione della destinazione dell’ospedale civile e del rischio di smantellamento dei presidi sanitari nel centro storico cagliaritano. Su questo si sono spesi i cittadini con 1500 firme, e successivamente anche i consorzi commerciali del centro storico, e noi abbiamo depositato, insieme alla maggioranza, un ordine del giorno non ancora arrivato alla discussione in aula (www.cagliaripad.it/339676/san-giovanni-di-dio-pressing-della-maggioranza-in-consiglio-serve-adeguato-presidio-sanitario).
Precedentemente già in consiglio regionale era stato approvato un ordine del giorno analogo presentato da Francesco Agus.
Il Sindaco Zedda ha chiuso pochi giorni fa l’accordo con l’Azienda Tutela della Salute regionale e con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria per la nuova vita dell’ospedale: consultorio, guarda medica e clinica psichiatrica. I giardini dell’ospedale saranno poi uniti a quelli di Orto botanico e Orto dei cappuccini.

Tra le piccole cose, che mi sembrano però importanti perché in linea con la nostra cultura politica e con la candidatura di Cagliari a Capitale Europea della Sostenibilità 2021 (http://ec.europa.eu/environment/europeangreencapital/applying-for-the-award/2021-competition/), con un mio sub-emendamento in aula il consiglio comunale ha introdotto la sostenibilità ecologica tra i criteri di valutazione previsti dal regolamento per la concessione di contributi per la promozione, lo sviluppo economico e la valorizzazione turistica e commerciale del territorio comunale. Ciò significa stimolare i nostri settori produttivi verso la riduzione della produzione dei rifiuti (ecostoviglie, acqua di rete, ecc.), la riduzione dei consumi energetici e la riduzione degli impatti dei trasporti.

Abbiamo approvato all’unanimità il nuovo regolamento sul gioco d’azzardo e ripristinato le distanze minime di 500 metri dai luoghi sensibili come scuole, strutture sanitarie, luoghi di culto. Su proposta di Campo Progressista Sardegna sono stati aggiunti gli impianti sportivi comunali all’elenco dei luoghi sensibili (www.cagliaripad.it/347197/gioco-dazzardo-a-cagliari-unanimita-in-consiglio-per-nuovo-regolamento-massa-c-progressista-nuova-tutela-per-cittadini).
Abbiamo inoltre ottenuto un emendamento che impedirà all’Amministrazione comunale e le società ad essa collegate la vendita di spazi pubblicitari ad aziende operanti nel settore del gioco d’azzardo. Né si potranno patrocinare eventi in cui siano presenti, tra gli sponsor o gli espositori, soggetti titolari o promotori di attività che favoriscono o inducono la dipendenza dal gioco d’azzardo. Saranno vietate insegne luminose esterne o visibili dall’esterno per le attività di gioco d’azzardo lecito.

Abbiamo seguito e stiamo seguendo con attenzione la crisi lavorativa dei pescatori di Santa Gilla, conseguente al blocco delle attività dovuto ai danni arrecati dalle piogge torrentizie che si sono verificate più volte nel corso dell’anno.
Grazie all’approvazione di un sub-emendamento sostenuto in consiglio regionale da Francesco Agus la Regione Sardegna stanzierà per l’anno 2019 la somma di euro 1.500.000 per prevenire le ricorrenti tracimazioni dei corsi d’acqua limitrofi al bacino dello stagno di Santa Gilla e evitare i relativi danni alle coltivazioni dei mitili e dei molluschi.
Come consiglieri comunali di Cagliari riteniamo il finanziamento un passo importante verso la risoluzione delle problematiche dei pescatori di Santa Gilla. Cagliari e la città metropolitana hanno bisogno della laguna, prospera e produttiva. Favorire la tutela ambientale e la valorizzazione del sistema lagunare significa potenziare le attività produttive presenti, incentivare la nascita di altre attività compatibili, tutelare la forza lavoro occupata attualmente e promuovere nuova e qualificata occupazione.

Un altro tema sul quale ci siamo spesi, sia in consiglio comunale con sollecitazioni alla Regione che in consiglio regionale da cinque anni con Francesco Agus, è quello dei costi di trasporto per le studentesse e gli studenti. Riteniamo infatti che il trasporto pubblico faccia parte integrante del diritto allo studio, e rappresenti un servizio e strumento fondamentale per il conseguimento del pieno successo formativo degli studenti.
Il consiglio comunale a novembre ha votato all’unanimità il mio ordine del giorno sulla qualità e l’accessibilità del trasporto pubblico locale per giovani e studenti (https://goo.gl/t48NmG). L’obiettivo era la gratuità dei trasporti per studentesse e studenti, l’implementazione del servizio notturno di trasporto pubblico in città, il ripristino del vecchio tragitto della linea 29.
La Regione Sardegna ha poi previsto, con la legge finanziaria appena approvata, uno stanziamento di 10,5 milioni di euro all’anno per “un contributo a carico del bilancio regionale fino ad un massimo del 80% della tariffa dell’abbonamento personale studenti, mensile (AMS) o annuale (AAS), prevista dall’attuale sistema tariffario in vigore, nonché prevista dagli attuali sistemi tariffari adottati nei vigenti contratti di servizio pubblico di trasporto marittimo da e per le isole minori”.

Per chiudere, e non farla troppo lunga, vi segnalo la battaglia che stiamo provando a fare sul decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113 in materia di immigrazione e sicurezza. Siamo fortemente preoccupati dello stato di insicurezza nel territorio che seguirà all’approvazione del decreto legge del Ministro Salvini.

Secondo la commissione Immigrazione e politiche per l’integrazione dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani il decreto produrrà oltre 280 milioni di euro di costi annui che ricadranno sui servizi sociali e sanitari dei comuni, e l’aumento di 50 mila persone nel 2019 tra coloro che si troveranno in stato di irregolarità.
Su questo tema Anna Puddu ha depositato un ordine del giorno (goo.gl/vXSpqA).

Vi saluto, grazie per l’attenzione,
Un abbraccio,
Matteo

Categorie: Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *